Il 7 gennaio 2022 è prematuramente mancata Anna Goy, ricercatrice presso il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino. Anna era una brava ricercatrice e una docente molto amata da studentesse e studenti, cui ha dedicato tutte le sue energie fino all’ultimo, ma per tutti noi che qui la ricordiamo, è stata soprattutto una carissima amica. Questo libro di condoglianze è a disposizione di tutti coloro che vogliono lasciare un pensiero, un ricordo. Il libro verrà poi consegnato alla famiglia.

On 7 January 2022, Anna Goy, a researcher at the Computer Science Department of the University of Turin, passed away prematurely. Anna was a good researcher and a teacher much loved by students, to whom she dedicated all her energy up to the last moment, but for all of us who here remember her, she was above all a very dear friend. This condolence book is available to all those who want to leave a thought, a memory. The book will then be delivered to the family.


Anna Goy Condolences Book
   2    »

21 » marino segnan from torino
a parte il lavoro, mi piace soprattutto ricordare i bei momenti conviviali e le interessanti discussioni trascorse con lAnna

22 » Roberto Esposito from Torino
Anna, mancano le parole. Ti ricorderò sempre come amica e come collega. Eri un punto di riferimento, insieme a Diego, per ragionare lucidamente sui temi più divisivi. La tua perdita fa male e il non averti potuto frequentare di più negli ultimi due anni è un ulteriore maledettissimo danno che ci ha inferto questa pandemia.

23 » Michele
Ciao Anna, sono passati più di 25 anni da quando ci siamo conosciuti, tu ricercatrice e io tesista. Ci siamo visti l'ultima volta 2 anni fa ma il tuo ricordo è ben vivo nella mia memoria. Fai buon viaggio.

24 » Elisa Pecoraro
Ciao Anna,
voglio ricordarti così, come sei in questa foto...un grande sorriso e un entusiasmo propositivo e contagioso!
Prima da "collega", poi come insegnante e relatrice di laurea magistrale, hai sempre saputo indicarmi le strade migliori da intraprendere per il mio futuro. Grazie per il tuo aiuto e i tuoi preziosi consigli. Mi mancherai, mancherai a tutti... ????

25 » Cristina Accornero from TORINO
Cara Anna sei andata via troppo presto. Ti porterò sempre nel.mio cuore.

26 » Noemi Mauro
Cara Anna, sei stata una delle prime colleghe che ho conosciuto quando ho iniziato il dottorato. Ricordo che con la tua gentilezza, pur non conoscendomi, mi hai invitato a pranzo facendomi sentire subito a mio agio. Ogni volta che entravo nel tuo ufficio illuminavi la stanza con il tuo sorriso e con una battuta sempre pronta.
Sei stata una persona speciale e resterai sempre nei nostri ricordi per la tua gentilezza e il tuo sorriso.
Con affetto, Noemi

27 » Giancarlo from Torino
Senza la tua accoglienza forse non avrai mai amato Torino e non avrei potuto sentire questo luogo come casa mia. Quante volte abbiamo messo in discussione le nostre diverse sensibilità sugli argomenti più diversi, grazie alla tua capacità unica di rendere profondi i discorsi più leggeri e ridurre all'osso i temi più inutilmente elaborati. Avremmo potuto litigare per ore sulle diverse interpretazioni di Medea che avevano dato Luca Ronconi ed Ágota Kristóf! tanto poi sapevamo che le serate potevano terminare con un gelato alla crema da Pepino in Piazza Carignano a parlare d'altro ancora. La bagna càuda in campagna da te (rigorosamente di sabato, perché almeno hai ancora davanti la domenica per smaltire) mi ha fatto capire il senso della convivialità - che non conoscevo in questa forma così intensa. Le prime gite a Camogli, perché non si dica che il mare da Torino sia così distante. Ed i tuoi amici, che nel tempo sono diventati i miei migliori amici: cosa sarebbe stata la mia vita senza di loro? Cerco ancora tra i cassetti le tue ricette, le fotografie dei viaggi fatti insieme (tu, mannaggia, le scattavi quelle foto, troppe poche immagini di te sono mi rimaste!), i regalini che portavi a tutti noi dei viaggi che facevi con Diego. Le spezie, i libri, gli spettacoli, le mostre. Le tue cazziate sulle tante cazzate che ho combinato in questi 25 anni che su strade parallele abbiamo avuto la fortuna di condividere. La tua luce analitica e calorosa sulle mie piccolezze è stata una guida. Lo sarà ancora, per tutto il tempo che mi resta da vivere.
Di tutti i ricordi possibili, ovviamente uno dei primi, l'epifania della nostra amicizia: invitato a cena, ti chiamo per dirti: "non vengo perché piove". Tu rispondi: "certo, capisco". Io sono sicilianamente all'oscuro che tu ti fossi piemontesemente offesa per una scusa (dal tuo punto di vista) inconcepibile. Ringrazio ancora Enrico che di nascosto mi ri-chiamò per dirmi: "magari vengo a prenderti, altrimenti Anna non ti parlerà più". Le diverse distribuzioni di probabilità degli eventi esterni (come quelli metereologici) modificano i comportamenti delle persone. Lo capì allora, ed ancora ci ridiamo su, nell'equilibrio tra leggerezza e quel pizzico di profondità che mai riuscirò ad eguagliare.

28 » Patrizia Andruetto
Ciao Anna

non era molto che ti conoscevo ma, quando venivi in segreteria ti ricordo sempre con il sorriso, anche nei momenti più difficili della tua vita!
Vai adesso in mezzo agli angeli lassù e stai sempre vicina a Diego e tutti i tuoi cari
Patrizia

29 » Paola from Torino
Ciao Anna,

troppi i ricordi che in questi giorni sto cercando di far rivivere, scavando nella memoria perché non mi sfuggano.

Le nostre cene in montagna, nel piccolo appartamentino quasi sulle piste di Borgata: cene come sempre organizzate da te in modo impeccabile, facendo la spesa nel negozietto di alimentari (l'unico) del paese. Polenta, formaggi, sugo con la salsiccia, ma soprattutto l'immancabile vino rosso che tanto amavi. Ecco, la passione per i vini e per la cucina ci univa, ma anche l'amore per la conversazione non banale, per la convivialità, per l'amicizia nel suo senso più alto.

Le tue ricette del paté di tonno e di prosciutto, che mille volte ho fatto e mille volte ti ho richiesto perchè scordavo sempre le dosi e gli ingredienti.

Sei un'amica a cui ci si poteva sempre rivolgere, fosse per un consiglio, un aiuto o anche solo per il privilegio di trascorrere del tempo con qualcuno che ti facesse star bene.

Di questo sei sempre stata naturalmente e spontaneamente capace: creare momenti, giornate, serate in cui le persone potessero stare bene.

Ricordo una delle ultime volte in cui ci siamo viste (troppo brevemente) a casa tua: nonostante l'estrema difficoltà della tua condizione, mi chiedevi della casa nuova e pianificavamo un pranzo primaverile in giardino, con la possibilità di stare fuori. Quante serate abbiamo passato a chiacchierare delle nostre vite, di cinema, di teatro, di qualsiasi argomento (politica inclusa), davanti ad una tavola imbandita.

Subito prima di dare ufficialmente inizio ad ognuna delle molte cene che organizzavi, ricordo il tuo fare amichevolmente perentorio nel chiedere ai tuoi indisciplinati commensali un attimo di silenzio, così da poter riassumere con efficienza ed efficacia il contenuto della cena che di lì a poco avrebbero degustato...

Quanto mi piacerebbe condividere ancora cene e pranzi con te. Quanto mi piacerebbe sapere di poterti ancora vedere e parlare in qualsiasi momento.

Ti voglio bene e mi manchi tantissimo.

30 » Lucia Valencia from Torino
Una grande perdita quella che abbiamo avuto in questi giorni. Una persona meravigliosa che trasmetteva interesse e curiosità ai propri alunni, che ascoltava veramente, rasserenava e dava utili consigli a chi glieli chiedeva.

Grazie prof, sfortunatamente non ho avuto l’onore di conoscerla di persona, ma mi ha lasciato moltissimo, mi ha acceso interessi verso mondi che non avrei mai esplorato e mi ha permesso di credere in me stessa in un momento molto confuso per la nostra carriera. Grazie di essere stata un’ispirazione per tutti noi.

31 » Ruggero
Anna,
non abbiamo mai avuto modo di lavorare insieme, ma questo non mi ha impedito di apprezzare la tua professionalità e la tua umanità quando, dalla mia postazione distante meno di cinque metri dalla tua, "origliavo" i colloqui che tenevi con studenti, collaboratrici e collaboratori. Ricorderò sempre la tua gentilezza, la tua giovialità e la tua ironia nelle simpatiche interazioni che avevamo quando eravamo vicini di ufficio. Mi mancherai.

32 » Giusi M. Scavuzzo
La ricorderò come un'insegnante competente, sempre disponibile per i suoi studenti e da cui ho imparato tantissimo. Soprattutto, però, la ricorderò per la persona deliziosa e ironica che è sempre stata nel breve periodo in cui ho avuto la fortuna di essere sua studentessa.

33 » Chiara Triolo from London
Una delle poche professoresse disponibile, umana e sapiente.
Ho avuto la possibilità di conoscerla l'anno scorso anche se in remoto ed è stata molto disponibile anche durante le vacanze per problemi riguardo al progetto d'esame. Sono all'estero da un anno e con mille divergenze tra pandemia e altro si è dimostrata molto disponibile nei miei confronti e ho apprezzato veramente tanto.
Mi dispiace veramente tanto e porgo le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia.

34 » Assunta from Roma
Cara Anna, quando ci siamo salutate prima della mia partenza, non avrei immaginata che al mio prossimo viaggio in quella tanto amata Torino non ti avrei potuto rivedere. La notizia della tua scomparsa mi ha lasciata senza parole.
Ho frequentato i tuoi corsi scoprendo giorno dopo giorno la gioia del sapere e la passione del condividere la propria conoscenza con gli altri.
Mi hai aiutata a credere in me proprio quando tutto mi faceva pensare il contrario, mi hai trasmesso la voglia di farcela e la fermezza per farcela davvero. Te ne sarò per sempre grata.
Vola alto.

35 » Rossana Damiano from Torino
Anna era una donna coraggiosa, forte e intelligente, disponibile al dialogo e sollecita verso gli altri. Possedeva una guida morale interiore che illuminava con chiarezza il suo percorso umano e professionale. Senza di lei, questa Terra è meno bella e noi siamo impoveriti. Ci manchi molto, Anna.

36 » Enzo Crupi from Torino
Anche se è successo abbastanza tardi, conoscere Anna è stato un grande piacere e una grande fortuna. Pensare che non c'è più toglie il fiato.

37 » Rossella Cancelliere from Torino
Anna cara, è così difficile trovare le parole per questo senso di vuoto che mi ha invaso appena ho saputo.
E' mancanza della tua solarità, del tuo essere così chiara e fresca, mai banale, del tuo modo di porti così bello, e così raro.
Ora il nostro dipartimento sarà più povero e triste.
Ci manchi tanto.

38 » Claudia Ferraris from Torino
Ciao Anna... ci siamo conosciute pochi anni fa, quando mi hai chiesto di tenere un seminario per i tuoi studenti, per quello che è poi diventato un appuntamento fisso negli anni successivi.
In queste poche occasioni però tanto è ciò che sei riuscita a trasmettermi... ho negli occhi il tuo sorriso, il tuo entusiasmo, la tua disponibilità... ma sopratutto il tuo coraggio, che non ti ha impedito di regalare sempre tutto questo nonostante la battaglia che stavi combattendo... ricordo ancora il giorno in cui ci siamo incontrate casualmente in ambulatorio e, incredula, ti ho chiesto "Anna, ma che ci fai qui?".
Che dire... mi mancherai, come mancherai a tutte le persone che hanno avuto la fortuna di incontrarti sul loro cammino... e non importa se per breve o lungo tempo, perchè tutti noi siamo
stati arricchiti dalla tua presenza.
Buon viaggio cara Anna... il tuo ricordo sarà sempre con me.
Claudia

39 » Simona Castello from Torino
Cara Anna, non ho avuto l'occasione e piacere di conoscerti a fondo; è stato sufficiente per me incrociare il tuo sorriso per comprendere la tua energia e percepire la forza e la dolcezza della tua anima.

40 » Andrea Bolioli from Torino
Cara Anna, mi è tornato in mente che la prima cosa che abbiamo fatto insieme è stata andare a vedere il film "Lola Darling" di Spike Lee, il primo anno di università, quando eravamo studenti di filosofia del linguaggio (studenti del "piano E" di Marconi). Quanto tempo è passato e quante cose belle sono successe da allora! Troppe da ricordare e scrivere... Una su tutte, hai partecipato alla creazione dell'azienda in cui ho lavorato in tutti questi anni.
L'ultima cosa che abbiamo fatto insieme è stata seguire una tesi di laurea di NLP molto soddisfacente, purtroppo l'ultima.
Grazie Anna per tutte le cose belle che hai fatto!
Cari famigliari, spero che i ricordi belli di Anna vi siano di conforto. Caro Diego, ti sono vicino, resta forte come sei.
   2    »